Festa del tortello

Oggi come vi ho detto abbiamo passato la giornata in casa con Ronny per vedere che stesse bene dopo la vaccinazione contro la leishmaniosi.

 

Tutto è andato per il meglio. Non si è gonfiato il musetto e nemmeno il punto in cui è stata fatta la puntura. Lui è stato tranquillo tutto il giorno, ha dormito ma ha anche giocato, per cui stava bene. Appurato questo abbiamo deciso di uscire a mangiare qualcosa.

In un paese del piacentino c’era una festa, la festa del tortello, che si tiene ogni anno a fine luglio. Ogni anno cerchiamo di andarci, preferibilmente evitando sabato e domenica.

Volevamo andare ieri ma poi non ne avevo voglia, avevo sonno, così abbiamo rimandato a oggi anche perché era l’ultima sera. Come al solito si mangia benissimo e, in più, si è anche alzata un po’ d’aria per cui anche il clima era perfetto.

Incredibilmente mi sono anche ricordata di mettere lo spray antizanzare quindi non mi hanno punta. In compenso c’era un’apetta che ha deciso di condividere con me le costine e va beh, erano sufficienti per entrambe. Mi ha fatto ridere che si è proprio messa sopra la carne e sembrava che mangiasse. 😀🐝

Al rientro una persona normale cosa farebbe? Soprattutto alle 22 passate? Fate congetture avanti… Scatenatevi. E poi dimenticatele, perché io mi sono messa a stirare.

Ho approfittato del fatto che non facesse troppo caldo. E comunque, ho resistito poco.

Vi lascio… Buona serata!! A domani 😘😘

Annunci

Shopping day ma non solo

Non fa caldissimo stasera. Almeno qui. Si sta bene come temperatura. L’arietta del ventilatore c’è ed è gradevole ma non indispensabile. Per me potrebbe anche restare spento, stanotte starò con il lenzuolo. Riesco anche a tenere i capelli sciolti. Gran passo😁. L’atmosfera è rilassata, lenta, silenziosa.

shopping-1

La giornata di shopping con gli amici è stata molto molto molto utile. Loro, due persone incredibili. I loro bimbi, creature meravigliose ma non poteva essere diversamente. C’è poco da dire, fanno del bene. Sempre e spesso senza neanche saperlo. Lei, 7 anni, cercava Sephora. Non c’era, siamo andati da Pupa. Lui, 3 e mezzo, voleva pranzare. Ha cominciato alle 11. Non noioso, capriccioso o simili. Ma tenace. Non so quante volte lo avrà ripetuto. Lo infilava in ogni frase. A un certo punto camminando passiamo davanti a un negozio di abbigliamento e dice un po’ contrariato “Ma questo non è un ristorante!” In effetti non lo era. 😝

Acquisti molto interessanti, previsti e non. Tante risate, un pranzo con acqua pericolosa che ha abbattuto un bicchiere😮. Camminato molto sotto il sole, si alza una bella aria alle 16. Quando noi dobbiamo ripartire. Mi pare anche giusto. 😁😁 Il nostro Ronny a casa è stato bravissimo. Davvero bravo. 👍 Non che avessi dubbi, lui non ha mai creato alcun problema. Adesso è qui sul divano accanto a me che si mangia il suo bastoncino.

Bellissimo, no?

È un bel cucciolo. Avete letto la sua storia a proposito? Ne ho parlato qui.

Domani mattina si va a vendere la macchina. Non dico altro. Potete immaginare come mi possa sentire in questo momento.

Quindi, compensiamo con una cosa positiva, stanotte ho sognato il Tiziano. Bellissimo, davvero troppo. Prima o poi farò una cosa che ho in mente da tempo. Per ora la tengo per me. Comunque mi sveglio sempre felice dopo averlo sognato. 😍😍

Ora vi lascio, augurandovi una buona serata. Se riesco ci si sente domani.

Notte!!!

Fine!!! 30 days writing challenge

Ci credereste? Siamo giunti alla fine della famigerata sfida di scrittura! Giorno 30! Ce l’abbiamo fatta!

Va beh dai poi perché famigerata… In realtà sono io che non ho rispettato le tempistiche. Però… Sono arrivata alla fine! E’ particolare per me perché non sono molto costante nelle cose di solito. E volete ridere? Il bello è che di sicuro lo rifarò! No, non questa, magari un’altra, ma sto già valutando. E’ ufficiale… Mi voglio male!  images (1) images (1) images (1) (In realtà ne ho già iniziata una su Instagram, una photo challenge davvero carina. Non sapevo neanche che esistessero). Tra l’altro cercando immagini di sfide per la prossima che vorrò fare, ho scoperto che ne esistono di tutti i tipi, ad esempio legate a uno specifico argomento (tipo Disney) oppure sfide di disegno in cui ogni giorno devi disegnare un soggetto seguendo un elenco. Prima o poi farò anche quella. Adoro disegnare. Anche se forse pure quella si adatta di più a essere pubblicata su Instagram piuttosto che qui, ma vedremo, si potrebbe anche pensare di farle coesistere. Ci rifletterò…

Allora, vediamo di entrare finalmente in merito all’ultimo giorno.

I tuoi alti e bassi del mese.

Immagino che il termine mese si riferisca ai 30 giorni della sfida, ma se come me uno ci mette 6 mesi ad arrivare alla fine beh… Il discorso cambia. Comunque, nell’ultimo mese, parliamo di Giugno per capirci, uno dei miei alti è stata di sicuro la fine della scuola, ma è stato anche uno dei miei bassi. Ma quanto mancano i bambini? Sicuramente troppo. Però, siamo già a luglio eheheh. Scherzo, un po’ di riposo mi serve e devo dire che, nonostante qualche incubo random, almeno sto riuscendo a dormire un po’. Stamattina erano quasi le 11.30 quando mi sono svegliata. Sto tornando me stessa ahahahah.

Ora forse riesco ad andare a fare un po’ di foto, è da molto che non lo faccio e mi manca. In caso naturalmente non mancherò di pubblicarne qualcuna, se saranno all’altezza. Per ora vi auguro un buon pomeriggio e… Alla prossima sfida!!

 

 

Pioggia, zanzariere rotte e ferro da stiro… che trio!

Ok Dio ci sono arrivata, non devo lavare il balcone oggi, va benissimo. Non era necessaria tutta questa pioggia per farmelo capire. Vedi? Sono già rientrata in casa e mi sono messa a scrivere. Come? La pioggia voleva dire “Non lavare il balcone ma stira?” Ah, questo non avevo considerato di farlo. Ok stirerò, forse, ma prima finisco l’articolo.

glass-1372177_960_720

Ieri sera abbiamo avuto la nostra cenetta, sebbene fossero quasi le 22 ma non importa. E’ stata di gran lunga la parte migliore della giornata. Stare tutte queste ore divisi è qualcosa a cui non siamo assolutamente abituati ed è davvero pesante. Però, ce la facciamo.  Comunque… il mio esperimento culinario è riuscito decentemente ed è stato anche apprezzato. Probabilmente la fame ha fatto la sua parte.

La mia mamma diceva sempre che la fame è l’ingrediente migliore di ogni piatto e in effetti come darle torto? Mi fa ancora strano scrivere queste cose di lei al passato, c’è questa piccola fitta ogni volta… Ok, non è tanto piccola. Ieri mi è mancato tanto il suo messaggio di auguri che arrivava puntuale ogni anno. E’ solo la prima di tante occasioni come questa che man mano si presenteranno. Però, voglio pensare che sia stata con noi comunque.

Oggi invece mi sono dedicata a fare qualcosa qui in casa. Un po’ di ordine in cameretta per quanto possibile, buttato un po’ di cose vecchie, ma ancora ce n’è da fare. Uff… qui la pioggia non smette. Aumenta, poi si calma, poi aumenta di nuovo… e tuona. Ecco, io odio i tuoni. La pioggia in sé non mi dispiace, ma i tuoni no. cloud-2109667_960_720 Tra l’altro, devo pure tenere la portafinestra del soggiorno chiusa perché mi si è rotta la zanzariera, se no chissà cosa potrebbe entrarmi in casa. A dire il vero è rotta anche quella della cucina, ma non così tanto. E’ solo uscita un pezzettino dalla guida, quella della sala invece è proprio messa male.Va beh, nulla di che, chiamerò il mio tecnico di fiducia così magari domani viene a dare un’occhiata ai danni. Sì, sarebbe papà. 🙂

Ok dai, approfittiamo del fatto che il caldo ora non è eccessivo e… stiriamo.

piove10

Buona serata!!!

 

Torcicollo mode on

Ok, ci mancava il torcicollo. Che spunta all’improvviso, di pomeriggio, quando sei tranquilla in casa. Non al fresco ok, ma non stai facendo nulla di che e a un certo punto, girare la testa diventa impossibile. Fantastico! Ero proprio ansiosa di provare anche questa esperienza il 21 giugno. Ok, sarà un segnale per dire che bisogna guardare avanti e non di fianco? Mah… ci potevano essere anche metodi meno dolorosi per farmelo capire eheheh…   

Stamattina a scuola che ho combinato? Poca roba, giusto registrato e suddiviso i libri per l’anno prossimo. Sono tantissimi!! E anche belli devo dire. Ecco, adoro i libri nuovi, un altro degli aspetti che amo del mio lavoro. Consegnato a ogni collega il suo plico, ovviamente il mio è rimasto a scuola. Nulla di cui stupirsi. Poi ho sistemato l’elenco del materiale che ci verrà donato dalla Pro Loco per la partecipazione alle Energiadi. Evviva!! Ho ritirato un tablet che era stato dato a una collega per la compilazione del registro on line… Insomma normale amministrazione.

Nota positiva della giornata: pranzetto fuori con una collega, che è soprattutto un’amica. Abbiamo anche incontrato due dei nostri bambini. Beh, in realtà una dei due non è una mia alunna in senso stretto, ma li considero comunque tutti miei bambini. Non mi interessa quali sezioni frequentano. Così abbiamo passato un’oretta piacevole e rilassante e soprattutto fuori dalle mura scolastiche.

Devo ammettere che, nonostante tutte le “stonature” che vi si possono trovare, l’ambiente scolastico mi ha consentito nel corso degli anni di conoscere persone meravigliose, che sono diventate poi col tempo amiche e amici davvero importanti, che ci sono stati nei momenti più belli della mia vita, come il matrimonio, o più brutti, come la mancanza di Aurora e della mamma. E’ bello quando si trova una persona speciale e si riesce ad andare oltre, a instaurare un rapporto sincero che non finisce quando suona la campanella. Certo, anche in questo senso non sono mancate le delusioni… grandi, grandi delusioni, ma ne avevo già passate talmente tante (e molto più pesanti) che sono riuscita ad andare avanti senza stare eccessivamente male. E comunque, il bilancio è, nonostante questo, assolutamente positivo.

Cambio argomento solo per un accenno: prosegue la ricerca di casa vicino a papà… ho trovato due annunci che forse non sono male. Siamo piuttosto sfortunati su questo discorso ma… Non si sa mai…

Fingers crossed, as usual! 😉 torcicollo

(Incredibile, il torcicollo sta passando… evviva!!)

Buongiorno!!

Buongiorno!!

Eccomi qui come vi avevo annunciato a darvi il mio buongiorno dal mio pc fisso. Finalmente è aggiornato, protetto dai virus e connesso alla rete (seppur in modo moooolto lento). Tutto quasi perfetto insomma.

Come vi avevo già accennato ieri, a scuola oggi è previsto un collegio dei docenti per il pomeriggio. (Ricordate il Nobel per il coraggio di prendere la macchina bollente? Ecco, ancora non è stato consegnato, ma sono fiduciosa. Arriverà!) Stamattina quindi sono a casa ed è un’ottima occasione per inaugurare la mia postazione nuova. Che nuova non è in realtà, ma per me sì, è come se lo fosse perché era inutilizzabile e ora invece funziona.

Oggi è molto calda, siamo sui 29 gradi. Lo era già da stamattina presto e più va avanti più aumenta. Intendiamoci, io adoro il caldo e in questi giorni sto benissimo. Certo, la pressione bassa, intendo veramente bassa, non aiuta e i giramenti di testa sono frequenti, ma piuttosto che il freddo invernale terrei questa temperatura tutto l’anno. Ok ok, forse un filino meno, ma per me andrebbe bene anche così. L’unico problema è l’afa. E qui da me abbonda. Ci fosse anche solo un po’ d’aria sarebbe perfetto. Ecco perché in realtà sogno di essere qui…

images (1)

Se vi volete unire organizziamo un gruppo e partiamo!!!! Che meraviglia sarebbe!

Il buongiorno lì avrebbe tutto un altro senso. Ma prima o poi arriverà il momento di andarci, non vedo l’ora. Facciamo finire questo lunghissimo e caldissimo mese e poi cominceremo a ragionarci sopra seriamente. Per ora mi basta sognarlo e andare avanti nella realtà di ogni giorno.

A proposito di questo ora vi saluto e mi metto a fare qualcosa in casa, faccio finta di essere una brava massaia, cosa che in realtà non fa assolutamente parte di me.

Buona giornata a tutti, forse ci risentiamo stasera! Ciaoooooooo!

1641244d0e6270e070f35e941be87de9