Rientro – home sweet home

Ok, cena finita e piatti lavati, posso mettermi a scrivere il primo articolo post-mare. Il rientro è stato decisamente “caldo”.

IMG_20170804_161118

Un cane assetato

Sabato alle 11 eravamo a casa. Un viaggio di rientro tranquillo, zero code, tempo bello. Tutto ok quindi. Peccato che appena arrivati a casa ci siamo accorti che la temperatura era a dir poco eccessiva. Ammetto che casa nostra non aiuta visto che, proprio per come è stata fatta, non crea mai corrente d’aria. Per cui, anche se lasci tutte le finestre aperte… nulla. E non avendo ancora avuto la possibilità di investire in un impianto di condizionamento vi lascio immaginare la fornace in cui siamo entrati. Il cane sembrava che non bevesse da settimane, ma devo dire che anche noi eravamo abbastanza scioccati dal caldo. 😅😅😅

Bellissimi giorni

A parte questa piccola introduzione meteorologica… Veniamo a noi. È stato difficile tornare a casa. Lo è sempre, la fine delle vacanze non piace a nessuno. In questi giorni però sono stata davvero molto bene, cosa per nulla scontata quando si va via, e lo so molto bene. È quindi ancora più difficile lasciare un posto che ci ha dato serenità. Non era facile. Le vacanze sono state in forse fino all’ultimo, ma col senno di poi posso dire che abbiamo fatto la scelta giusta.

“Wow bellissimo”

IMG_20170731_210945

Ciò che ho preferito dei giorni trascorsi al mare sono state forse le serate in spiaggia. Non che si facesse chissà cosa, a volte una passeggiata, a volte fotografie, oppure semplicemente sedersi a guardare il mare. L’unico rumore concesso. Per me già questo è meraviglioso, non mi servono grosse cose per star bene. Chiaro che, davanti a quello spettacolo, il pensiero andava inevitabilmente alla mamma dato il suo grande amore per il mare. In altre situazioni le avrei mandato le foto e lei avrebbe risposto con “wow bellissimo” oppure con i cuori. E la mattina mi avrebbe detto “divertiti e fai un bagno anche per me”.

IMG_20170804_204758

Ieri sono stati sei mesi senza di lei. Non so dire se mi siano sembrati lunghi o veloci. Posso solo definirli assurdi e senza senso. Questa è la sensazione che ho ogni giorno dal 7 febbraio a oggi. Incredulità. Il mondo senza di lei è scarso di significato. Certo, tante cose e persone ci sono ancora, sono qui e sono importanti. Ma nessuno è lei. Nessuno sarà mai lei.

Ci risentiamo prossimamente quando riuscirò ancora a scrivere. Buona serata e notte! 😘😘🌙🌌

Annunci

Non fa caldo

Non fa caldo. Questa è la notizia principale che volevo darvi oggi. Non fa caldo. Ma proprio no eh. Proprio per niente. Però, mi rassegno e sto al mare lo stesso. Faccio questo sforzo.

*torna sulla Terra*

Fuori non si respira. In nessun orario. Nè di mattina, nè di sera. Non parliamo del pomeriggio. Saltiamolo proprio a piè pari. Anzi no, che fa troppo caldo e non c’ho voglia. Aggiriamolo lentamente senza sudare. Per fortuna l’altro giorno abbiamo conosciuto una signora in area cani con le sue cucciole (meravigliose tra l’altro) che ci ha mostrato una strada più breve e facile per raggiungere l’albergo. Quantomeno è tutta dritta e dotata di marciapiede, qualità assai rara quaggiù. In effetti il paesino non è proprio a misura d’uomo e men che meno di cane ma, per starci una settimana, va più che bene.

 

 

Lei è Isabeaux, una delle cucciole. L’altra, Sally, era uguale ma con i colori del collie. Bellissime davvero.

Spiaggia, spiaggia, spiaggia

In questi giorni abbiamo cercato di trascorrere in spiaggia più tempo possibile e ci siamo andati anche la sera dopo cena. Per far le foto ma anche solo per guardare il mare mentre il cielo diventa sempre più buio…

È stata una splendida serata. Pur senza un filo d’aria.

Domani sarà l’ultimo giorno, sabato si torna e mi dispiace molto. Sono stata benissimo in questi giorni, sono riuscita a riposare e rilassarmi, ho visto il mio mare e ho cercato di starci il più possibile. Ho condiviso tutto questo con la persona più speciale per me e con Ronny, il nostro cucciolo meraviglioso che, come sempre, è stato bravissimo comportandosi sempre perfettamente, nonostante la presenza di altri cani in hotel e ovviamente in giro. A proposito di questo vi parlo di

Barolo

No, non mi sono messa a bere improvvisamente; Barolo è un cagnolino bellissimo e megamorbido che ho conosciuto ieri sera. Mentre passeggiavo ho visto questo piccolo pelosetto e avrei anche potuto lasciarlo in pace, invece sono dovuta andare a salutarlo per forza. Mi sono chinata e lui si è avvicinato subito. Non vede purtroppo, ma subito è venuto ad appoggiarmi la testina sulla gamba e a prendere le coccole. Meraviglioso. E tenerissimo. Ammetto che non è stato facile lasciare quel dolcetto di 15 anni. Ma giustamente era con la sua umana.

Ora vi saluto. Buonanotte e a domani!!

Arcobaleno in vacanza

I blog non vanno in vacanza. Ma io si.

Quindi buongiorno dalla mia vacanza al mare. Che è stata in forse fino all’ultimo per varie vicissitudini, ma è diventata realtà e io sto bene.

Le nostre vacanze

Siamo in un paesino tranquillo della riviera romagnola, dove non ci manca proprio nulla. Oggi ho fatto il primo bagno in mare della stagione. Bellissimo. Mi mancava molto e visto il periodo che ho passato (e che non è passato per niente in realtà) ho pensato che poteva essere il caso di cambiare un po’ aria; sono felice di vedere che sta funzionando.

IMG_20170730_191515 (2)

Le vacanze di Ronny

Il cane sta facendo anche lui le vacanze. Stamattina abbiamo trovato un’area cani, a poca distanza dall’hotel, dove ha potuto girare libero e tranquillo. Per fortuna quando siamo arrivati non c’erano altri cani, così lui ha potuto stare lì quanto ha voluto e girarsela per bene. Al ritorno lui è stato beatamente in camera sul letto con l’aria condizionata, cibo e acqua naturalmente a disposizione e noi siamo andati in spiaggia. Tutti felici quindi. Conoscendolo avrà passato la maggior parte del tempo dormendo beato. Mi piace vederlo in vacanza libero e tranquillo. E poi è bravissimo anche in giro, non è mai lui il primo che abbaia,cammina vicino a noi e fa il ruffiano prendendo coccole da tutti. Ecco qualche foto di lui all’area cani. Il padrone del mondo 😀😀😀.

Ora è qui che se la ronfa sul letto e credo che tra non molto farò la stessa fine. Alla prossima, buona giornata!!

IMG_20170731_144850 (2)

Ps: Mentre io scrivo questo articolo sul blog, mio marito sta scrivendo sul suo. A un certo punto dal nulla mi dice “Sei succo di lime?”

Io:”🤔🤔🤔 no, non sono succo di lime”

Invece si stava chiedendo ad alta voce la quantità da inserire nell’ultima ricetta (che potete leggere qui).

😂😂😂😂

Ciaoooooo!

Ricordo… immagini di me

Ricordo, un insieme di sensazioni che non vogliono restare dentro.

Piccoli grandi atti di coraggio

Ricordo le camminate in pomeriggi pieni di sole. Per andare a vedere, rigorosamente da fuori, la casa di questo o quel ragazzo. Superare il limite della zona villeggianti per andate in quella residenziale del paese pareva una trasgressione senza precedenti. Esporsi troppo faceva paura ma la curiosità era più forte. La curiosità di ragazzine, adolescenti ma ancora molto ingenue in rapporto all’età.

Serate

spiaggia-di-mondello

Ricordo le serate in spiaggia, con birra scadente comprata in negozietti improponibili lungo la via principale. Non mi è mai piaciuta la birra, non mi piace tutt’ora ma quella era così scarsa che nemmeno sapeva di birra. E pur di stare con gli “amici” la si beveva facendo finta che piacesse. Poca però. Le sdraio a cerchio, sigarette vaganti. No, mai fumato, nemmeno in quelle occasioni.

Discorsi improbabili

amache-amiche

Ricordo le ore in spiaggia, il pomeriggio, sotto l’ombrellone con gli auricolari nelle orecchie, in condivisione chiaramente, parlando di quello che avremmo indossato la sera. Non da sfigata, non da strada. “Gonna? Per forza! Noi dai che vergogna! E se c’è lui? Appunto, che figura!!! Faccio schifo con la gonna! Ma non puoi non metterla!” Discorsi stupidi e infiniti. Ore.

Dolcezza che rimane

download (2)

Ricordo poesie improvvisate, recitate mano nella mano. Momenti di dolcezza ritagliati tra una battuta e un’altra. Isolarsi pur restando nel gruppo di amici. Senza spostarsi di un passo. La voce bassa, quasi un sussurro, che nessuno senta. L’appetito che passa ma certi orari vanno rispettati. Un “Non andare” che non sbiadisce con il passare degli anni.

Reale o no?

tidur-puasa

Ricordo una serata in riva al mare, le luci alle spalle, un’enorme distesa d’acqua, nemmeno troppo silenziosa, alle spalle. Poche parole, ma le ricordo ancora. Molti sogni. Molti pensieri. Molte speranze. Poca realtà. Il tempo che passa troppo veloce. Il cuore che batte troppo veloce. La mente che viaggia troppo veloce. Far finta che tutto fosse reale e non a scadenza. E se fosse stato reale in realtà? Forse lo era. Oggi come oggi non cambierebbe nulla. Penso che lo fosse.

Ricordo tante altre cose, situazioni e persone, ma per stasera va bene così.

Ricordi di vacanze al mare

Quando ero piccola abbiamo quasi sempre trascorso le vacanze al mare. La mamma amava il mare, anch’io lo amavo ed è tuttora così. Avrò preso da lei anche questo. Ne sono felice.

download (1)

Abbiamo visitato tanti posti meravigliosi. Tropea in Calabria, Baia Chia in Sardegna oltre a Pula e Costa Rei, Torre dell’Orso in Puglia, e poi sempre in Puglia Trani, Lecce Torre Sant’Andrea e quasi tutti i dintorni. Ho tanti ricordi indelebili. Ero piccola e non sono una maga della memoria in generale ma certe cose non si possono cancellare. A Torre dell’Orso tutti andavano al mare a piedi (era vicinissimo a casa), io e papà andavamo in macchina facendo tutto un altro giro per portare ombrelloni, sdraio, giochi ecc… Bellissimi quei giri solo nostri. Mi sentivo una privilegiata e lo ero. Parcheggiavamo in alto e poi scendevamo in spiaggia lungo un sentiero abbastanza ripido. Ma eravamo noi due ed era bello soprattutto per questo. Arrivati giù si sistemava il tutto, in fondo alla spiaggia dove c’era meno gente e papà si sistemava all’ombra a leggere il giornale. Ecco la sua idea di spiaggia. 😀😀😀

Spiaggia_di_Punta_Prosciutto

In inverno mi piace sedermi e osservare il mare anche se fa freddo. In fondo fa freddo anche qui perciò… sempre meglio al mare. In estate beh… Stare stesa al sole, poi un bagnetto, poi di nuovo sole, un altro bagnetto… Insomma si alternano le cose. Mi piace anche passeggiare sulla sabbia se non c’è troppa gente. Comunque è proprio l’atmosfera del mare che mi rilassa e mi rende felice.

Ho anche qualche ricordo di vacanza in montagna ma non erano mai le uniche. La base era il mare poi, se c’erano le possibilità e le condizioni si faceva un giretto in montagna. Ma non erano “le vacanze”.

Adesso ho voglia di vacanze, anche se non riusciremo a fare quel viaggio che immaginavamo con la mamma ma non importa, lei troverà il modo di esserci comunque. Non ha importanza il luogo. Lei ci sarà. Un po’ di mare vorrei davvero vederlo. Spero tanto di riuscire nonostante tutti i casini…

woman-686573_960_720