sunday

Sunday writing… 

Ed eccoci qui, in una Domenica difficile a scrivere un articolo abbastanza difficile. In realtà non so nemmeno io bene cosa scrivere ma voglio comunque farlo. Quello che posso fare è aggiornarvi sul fatto che sono tornata a casa e naturalmente non ne avevo nessuna voglia. L’unico motivo che mi riporta qui al momento è papà. Per il resto sarei potuta rimanere dov’ero, che sarei stata molto meglio. E questo vale anche per mio marito. Stavolta è stata davvero dura tornare, potrei tranquillamente dire che ogni volta è sempre più difficile. Fortunatamente in questo senso la tecnologia ci viene in aiuto facilitandoci il fatto di rimanere in contatto con persone lontane.

sunday
Trieste

In questi dieci giorni di trasferta friulana (ma poi chi ha dato il permesso al tempo di scorrere così in fretta?) sono stata in tanti posti diversi. Di qualcuno vi ho anche già scritto nei post precedenti, di altri ancora no. Ma lo farò prossimamente. Al momento però devo lavorare un pochino anche a un altro progetto che ho in mente. Riguarda sempre l’ambito blog ma anche di questo vi parlerò nei prossimi giorni. Abbiamo un po’ di cosette in sospeso a quanto pare, ma presto saranno svelate e raccontate.

Per ora sto cercando di sistemare tutto ciò che mi serve prima dell’inizio della scuola. Ho fatto un elenco ed è molto molto lungo ma per fortuna ho già praticamente tutto. Vorrei, se possibile, essere un po’ più ordinata quest’anno, anche se rispetto agli anni precedenti sono già molto migliorata, ma c’è ancora un po’ di margine. Vedremo se riesco a stare dietro a tutto.

Parlando di clima invece oggi è tornato un gran caldo, al punto che siamo riusciti a convincere papà ad accendere l’aria condizionata. Il che non è così facile, ma oggi manca davvero l’aria. Anche adesso sono alla presenza costante del ventilatore. Senza sarebbe insostenibile. Non sembra nemmeno fine agosto.

Ok, dopo questo breve aggiornamento che mi serviva più che altro per riprendere i contatti col blog, vi saluto e vi auguro una buona serata.

A domani!!!

Annunci

Musical.ly

Hello! Si inizia questo articolo ascoltando “Senza pagare” (J.Ax – Fedez). Bella invenzione Spotify free. Free è d’obbligo of course. Comunque, la musica di sottofondo mi ha sempre aiutato sia nello studio sia nel lavoro, per non parlare della scrittura in generale. Poi c’è Musical.ly ma quello è un discorso diverso che affronterò tra poco.

depositphotos_48827093-stock-photo-sunrays-color-shows-bass-clef

On air now: “Girasole”

Per ora mi trovo nella cucina della zia, dopo una fantastica grigliata con lei e tre sue amiche. Praticamente sembra più un collegio docenti che una grigliata estiva ma va bene così. Intanto è iniziata “Girasole” di Giorgia, che mi piace anche, ma perché oggi Spotify si prende la briga di farmi ascoltare canzoni che non sono nella mia playlist? Probabilmente ha frainteso il significato di free. Va beh, finché è Giorgia ci può stare. Poi vedremo cosa propone. L’importante per me è che siano canzoni che conosco, in modo da poter cantare. Lo sapete che ho la fissa del canto, no? Sì sì che lo sapete, non ve l’ho risparmiata, però dai finché non metto miei audio potete considerarvi dei privilegiati. 🙂

On air now: “When you say nothing at all”

Ieri sera Ivan e io siamo andati a mangiare una pizza in un posto molto particolare. Pizza strabuona. No però Grignani no dai. Non ce la faccio. Change, please! Vediamo se chiudendo e riaprendo l’app, riesce a farmi sentire le mie canzoni. Ooohhh ok, sembra che ce l’abbiamo fatta. Thank you Spoty! Tornando a noi, cena perfetta ieri sera, ma poi usciti dalla pizzeria… Il diluvio! No, non esagero. Il diluvio davvero, praticamente un’altra doccia aggiuntiva solo per raggiungere la macchina. Avrei volentieri evitato di bagnarmi da capo a piedi, soprattutto a causa del dolore dietro al collo, anche quello vi è tristemente noto ormai, che non vuole proprio passare.

Musical.ly

In questo post musicale appunto, parliamo di Musical.ly ovvero questa app usata dai giovanissimi, intorno ai 13 anni per intenderci, dove si realizzano brevissimi video su basi musicali. Io ovviamente non ho nulla a che fare con tutto ciò, se non fosse che ho una nipote tredicenne che ha convinto anche il suo zio preferito a iscriversi a tale scempio. Da non dire. Comunque sono diventata un’esperta di youtubers quali Luciano Spinelli, Elisa Majno, Andrea Stefanile. Insomma quale trentottenne li conosce tranne me e mio marito? Mi auguro nessuno ahahahahah. Va beh. Sorvoliamo. La nipote tra l’altro ha anche creato due gruppi WA che si chiamano “Gli amici di Luciano” e Gli amici di Andrea” … help us, please!!! In realtà ci divertiamo ad immergerci nelle musicalità moderne, anche se naturalmente preferiamo altro.

On air now: “No matter what”

Sulle note dei Boyzone vi saluto raccontandovi un piccolo episodio lavorativo/musicale. Quando la mia classe era in prima, avevo una collega parallela di matematica che, come me, ama Tiziano Ferro. Un giorno, durante le due ore di programmazione settimanale, mettiamo come sottofondo sulla LIM un cd di Tiziano. Non era finita la prima canzone che bussano e chi entra secondo voi? La dirigente. Figuracce ne abbiamo? Anche sì. Ovviamente ci scusiamo per la musica ma lei invece si scusa a sua volta di averci interrotte (ahahahah mitica!!) e anzi ci fa i complimenti perché riusciamo a concentrarci sul lavoro pur con musica in sottofondo. Poi ci racconta che invece lei nel suo studio deve chiudere porte e finestre perché il segretario tiene, a volume troppo alto, musica che lei non gradisce. Grandissima. Infine se ne va scusandosi per il disturbo. Ma quale disturbo poi? Fossero tutte così, dirigenti sì, ma anche persone, con cui poter parlare con questa tranquillità. Ora non è più la nostra dirigente e infatti ne sento molto la mancanza. Magari un’altra volta vi racconterò di quando in sede di scrutinio ci siamo messe a chiacchierare della mia passione per il rosa o di come mi sia stata vicina per la perdita di Aurora aiutandomi in un’infinità di modi, professionalmente e umanamente. Questo suo modo di essere, infatti, non ha mai tolto nulla alla sua professionalità. E’ proprio questo il bello.

Ma quanto ho divagato in questo articolo? Beh, è domenica, prendetelo così.

On air now: Shooting star.

musica

 

 

Castelli e foto. 

Ieri giornata turistica e fotografica. Ho visitato il Castello di Rivalta, in provincia di Piacenza. Fa parte del gruppo dei “Castelli del Ducato” di Parma e Piacenza.

castelli
Torre Solari

Questo in particolare è molto elegante e curato. Con la visita guidata lo abbiamo girato tutto e con spiegazioni dettagliate e precise. E divertenti. Con una guida bravissima. La sala che ho preferito è stata la sala da pranzo, di cui purtroppo non ho foto perché all’interno non era consentito. All’esterno è pieno di fiori meravigliosi, da cui sbuca la torre che vedete nella foto in alto.

 IMG_1173

Durante la visita siamo anche arrivati in cima a quella torre e da lì il panorama è stupendo. Ovviamente lì ho potuto fotografare liberamente e quindi di seguito vi posto le foto che io e mio marito abbiamo scattato. Si vede il fiume Trebbia, con ormai poca acqua, ma sempre molto bello.

IMG_1194

IMG_1185

IMG_1184

IMG_1182

Estremamente bello, no?

Venerdì scorso invece, sempre restando in tema di castelli, abbiamo visitato quello di San Pietro in Cerro. Molto bello anche questo. E anche qui abbiamo avuto la fortuna di avere un’ottima guida. Eccovi qualche immagine, anche qui dell’esterno perché essendo attualmente residenza privata non era consentito scattare foto alle sale.

IMG_1119

IMG_1122

IMG_1149

Amo molto visitare i castelli, specie quelli che, come questi, hanno delle sale ancora perfettamente arredate da poter vedere. Mi portano in un periodo storico che mi piace molto anche se, visitandone alcuni, ho capito che la vita allora non era tutta rose e fiori come potrebbe sembrare. La visione che se ne ha è piuttosto romantica, ma la sfiga era sempre in agguato anche lì, e l’essere ricchi non garantiva un’esistenza migliore, ma molto spesso, metteva in pericolo più che altro. Ciò nonostante resto affascinata da questi ambienti. Man mano che l’estate prosegue continuerò a postare sulle mie visite. Intanto già da ora ve li consiglio, se siete in zona andateci!

Ciaooooooooo!

 

 

Cambio argomento 

Buonasera a tutti, avevo iniziato poco fa a scrivere un articolo per raccontarvi il mio weekend e postare qualcuna delle foto che ho scattato ieri ma mi trovo a dover fare un cambio di argomento.

Mi ero messa a scrivere sul portatile, come faccio di solito alternandolo con il cellulare, ma ero abbastanza scomoda perché, essendo davanti al divano sul tavolino, il portatile si trova troppo in alto per poter scrivere a lungo. Sarà anche l’altezza mia che non aiuta, tanto per cambiare… comunque, per risolvere la cosa ho chiesto a mio marito di sistemare il computer fisso che abbiamo in cameretta. Finora giaceva inutilizzato e… adesso funziona! Fantastico! E’ stata anche una cosa relativamente veloce. Era un po’ impolverato come era inevitabile, ma ora l’ho perfino spolverato 🙂

cambio

(Ovviamente non è il mio pc quello nella foto, l’ho presa da internet giusto per corredare l’articolo, ma quando il mio sarà funzionante vi mostrerò la mia postazione, suona bene no?).

In realtà era sufficiente  collegarlo ma non si sa mai, invece si è acceso subito e sembrerebbe tutto a posto. Ora stiamo (notare come mi inserisco in una cosa in cui non ho alcun ruolo nè merito ahahahah) mettendo l’antivirus, stanotte farà gli aggiornamenti e da domani, se tutto va bene, potrò usarlo!! Non vedo l’ora. È sempre stato il mio strumento preferito per scrivere. Certo se si esclude di usare carta e penna, ma trattandosi di blog online…la vedo dura. Inoltre così quest’estate che avrò un po’ di tempo, potrei anche riprendere a lavorare sui racconti, o storie, che ho lí da finire. Chissà che non facciamo qualche progresso… Così magari ne potrò creare di nuove.

Sarà come tornare indietro di qualche anno, è da tempo che non utilizzo il fisso per scrivere. Mi piace questa cosa.

Ora vi saluto augurandovi una buona serata… Ci si sente domani!!

cambio

Feste di compleanno….

Giugno inizia con un bel weekend lungo. E con numerose feste di compleanno. Questo per quanto riguarda me ovviamente, non in generale :-). Il primo giugno è stato il compleanno di mio marito e l’ultima festa l’abbiamo fatta oggi. Mai festeggiato così tanto negli anni precedenti ma se lo merita perché è speciale ed è giusto così.

Giovedì sera siamo usciti a cena solo noi due e abbiamo scoperto un posto che ci piace molto. “La Rosa Blu” a Rivolta d’Adda. Un ristorante lievemente old style, che per me è assolutamente un complimento, molto elegante ma in cui non ci si sente a disagio. Non mi piacciono i posti esagerati, temo di non sapere mai come comportarmi. Qui invece siamo stati davvero bene. E giusto per non infierire fino in fondo vi risparmio il menù. Comunque un’ottima cena. Insieme stiamo sempre molto bene.

Venerdì siamo stati al Franciacorta Outlet a fare un pochino di shopping. Molta gente deve essere andata via per il weekend perché si girava benissimo. Ho trovato le scarpe bianche che cercavo e il fondotinta. La borsa rosa è stata un piccolo extra invece. Ivan ha trovato le polo, la pentola x sostituire quella che papà ci ha buttato (con ragione, era rovinatissima ma non ci decidevamo mai) e per entrambi le creme solari alla Bottega Verde. Giornata proficua direi. Al ritorno ci siamo fermati a Brescia. Tappa alla Pasticceria Veneto di Iginio Massari. Avevamo una cena con amici che non avevano mai assaggiato i suoi dolci e dovevamo per forza sopperire a tale mancanza. 😀😀😀

IMG_20170604_211223   IMG_20170604_211148

Superfluo dire che hanno apprezzato estremamente. Del resto è anche difficile non apprezzare per chiunque abbia un palato sano e funzionante. 🔝🔝🔝

Ieri invece ce la siamo presa comoda. La mattina ho dormito un po’ e nel pomeriggio siamo usciti perché cercavo dei pantaloni leggeri da poter mettere anche a scuola. Nulla di fatto, in compenso ho comprato due gonne. 😜 La sera abbiamo guardato la partita e anche questo fa parte delle feste del weekend 😁😁.

Oggi ultima festa della serie, pranzo fuori con papà, cognato e suocera. Anche in questo caso un posto che non conoscevamo e che si è rivelato una piacevole scoperta, la “Trattoria Bosco” a Chignolo Po. Molto semplice, buon cibo, bellissimi dintorni. Forse domani ci torniamo per qualche foto.

Ora sto vedendo una nuova serie (in attesa della nuova stagione di Reign). Si intitola The Good Wife. Per ora mi piace! L’ambiente legale mi ha sempre affascinata, vi ho mai detto che volevo fare l’avvocato? Ma per il bene di tutti l’amore per la scuola ha avuto il sopravvento… 😀😀😀

Buona serata e buon inizio di settimana!! Per me sarà l’ultima con i bambini a scuola. Non facile…

Ciaoooooo!

Sole, sole, sole! Supercaldo oggi! 

Un sole splendente contraddistingue l’inizio di questa settimana e, come detto nel titolo, fa un supercaldo. Per me è ottimo perché doro il sole e il caldo. Vestiti leggeri, sandali, abbronzatura… Fantastico.

Oggi, proprio per il tempo bellissimo che c’era, con i bambini abbiamo prolungato un po’ il tempo del gioco. Siamo alla fine dell’anno scolastico e sono molto stanchi anche loro. All’uscita da scuola, quando ho aperto la macchina, mi sono sentita come Gretel che sta per essere messa in forno. Solo che io non sono magra e la strega mi avrebbe cotta subito…😜😜

Risultati immagini per hansel e gretel

Ieri invece giornata in famiglia per una cresima. Chiaramente, come sempre in queste occasioni, la mancanza della mamma è un dolore lancinante. Però la festa è andata molto meglio del previsto. Una cerimonia non noiosa e un’ottima cena. Chiacchiere e risate. Insomma sono stata bene. Ecco me e papà quasi alla fine della serata…

Non è bellissimo? Senza dubbio è uno degli uomini più importanti della mia vita, che in effetti non sono poi tanti. Lui è veramente speciale e sono contenta che ieri abbia passato anche lui una domenica positiva. L’ho visto spesso sorridente e questo per me è fondamentale.

La cerimonia si è svolta in un paese qui vicino, proprio accanto a uno in cui avevo lavorato nove anni fa e lo sto dicendo perché tra i cresimandi (ormai cresimati) c’erano tre tra fratellini e sorelline dei miei ex alunni che, quindi, ho incontrato con le loro famiglie. Un’emozione grandissima. Ormai hanno 15 anni, allora ne avevano 6. Erano dei piccoletti e ora… sono stupendi nel loro ruolo di fratelli e sorelle maggiori.

Chiuderei con un paio di notizie dall’orto: la piantina di finocchio che mi avevano regalato al CREA è stata trapiantata stasera nell’orto di papà.

IMG_20170522_202406   …ecco papà che lo ha trapiantato…

IMG_20170522_202631    …e innaffiato.

Spero non sia troppo tardi visto che purtroppo ieri non dava segno di stare benissimo come si può vedere anche dalle foto. Speriamo che con un po’ di terra in più possa riprendersi. Già abbiamo fatto morire l’insalata (lo so, lo so non ditemi nulla, non ho il pollice verde anche se ci provo sempre), speriamo di salvare almeno questa. In compenso però il bonsai che abbiamo preso a San Daniele è ancora vivo e addirittura ha delle foglioline nuove!!! Un successone!

Ecco la foto delle fogline nuove!!

IMG_20170520_135351

Buona serata!!!!!

Coincidenza storica

La settimana si sta concludendo.

Domani ne inizierà un’altra e vedremo come andrà. Quello che so è che voglio organizzare il pranzo di Pasqua con papà, e che poi mi prenderò qualche giorno. Sì, il 21 si parte, ma ne parlerò più avanti. Per ora vediamo come vanno i prossimi giorni. Però, ciò che mi piace è avere qualcosa di bello da aspettare.

Un pensiero positivo.

Ieri alla fine non sono uscita, però la cena è andata molto bene. Mancavano un paio di persone fondamentali, ma chi resta qui deve fare ciò che può per starci degnamente. E io ci sto provando. Non so con quali risultati, ma continuo a provare. Certo che, se una domenica d’aprile mentre cammini con tuo marito in centro nella città vicina, per fare qualche foto, a un tratto ti trovi a passare accanto al necrologio col nome di tua mamma, insomma questo non aiuta un granché il morale, e nemmeno la salute. Ma sono rimasta in piedi. E’ solo un graffio in più in una ferita già abbondantemente aperta.

Andando oltre, sono riuscita a fare qualche foto interessante, in città ci sono diversi posti interessanti e molto sottovalutati. Una cosa carina è che ho fotografato una targa commemorativa, dedicata alla pace di Lodi, di cui sapevo soltanto l’anno, il 1454, e una volta a casa , guardando meglio la foto ho scoperto che è datata proprio 9 aprile. Una coincidenza interessante.

Ecco qui la foto di cui parlo.

20170409143038_IMG_0570

E bravo il Francesco Sforza. Riflettendoci, la via che la città gli ha dedicato non è un granché. Molto asfalto e poco altro.

Cambiando argomento, domani colloqui con i genitori dell’altra mia classe. 3A. Bravi bambini, anche se il tempo che passo con loro è poco siamo molto legati. In inglese poi se la cavano alla grande. 🙂

Martedì invece si finisce presto… Evviva!!!

Ora scusatemi, continuo a vedere “Reign“. Mi piace questa serie.

Buona serata!!!