Domenica di… tante cose

Domenica

Oggi qui è una domenica di rientro a casa tardi ieri sera, di ore di sonno con sogni strani e ricerca notturna di coperte. Di girarsi e rigirarsi nel letto seppur dormendo. Infatti adesso ho un dolore al braccio che non ho idea di come sia arrivato. È una mattina di un cane biondo e ciccione che vuole salire sul letto ma fa finta di non riuscire per farsi tirare su da noi. Per la serie “minima spesa massima resa” che è un po’ il suo stile di vita in effetti. E poi quando è sul letto, invece di stare lì a farsi fare le coccole come tutti i cani normali del mondo, comincia a correre e saltare come un pazzo, salvo poi sdraiarsi lontano da noi e stare a guardarci.

Relax domenicale sul divano… con Ronny

È una domenica di cielo grigio e paesaggio invernale pronto alla pioggia, o alla neve. Di mattina sul divano con la coperta. Di cose di scuola da preparare e di una giornata da pianificare. È una domenica di pensieri fuggevoli che però non hanno poi tanta fretta e indugiano un po’ prima di andarsene e lasciare posto ad altri. È una domenica cosi, come tante altre che l’hanno preceduta ma comunque un po’ diversa. Resta da vedere come si svilupperà il resto della giornata. Per ora un po’ di relax mattutino ci sta, perfino il cane si è messo qui tranquillo sul divano a dormire. In effetti non è così strano perché lui è un mega pigrone di prima categoria che di ore a dormire ne passa parecchie, soprattutto nelle giornate fredde e invernali. Lui non ama il freddo, preferisce il caldo del divano e della coperta, come si vede anche dalla foto. Eccolo qui il nostro biondo freddoloso 🙂

Buona giornata a tutti e buona domenica!

Annunci

Fiera dell’artigianato: un appuntamento fisso (e molto piacevole)!

Come ogni anno a inizio dicembre… Si visita la Fiera dell’artigianato di Milano! E anche quest’anno siamo riusciti ad andare a farci un giro.

Asia

Siamo arrivati che mancavano dieci minuti all’apertura. Una bella fila di gente che aspettava di entrare. Gli immancabili controlli delle borse e poi via… Appena entrati naturalmente si girava benissimo. Alcuni espositori addirittura stavano ancora allestendo il proprio spazio. Noi abbiamo iniziato la visita dalla zona asiatica con Vietnam, India, Nepal… E ovviamente, nonostante fossero da poco passate le dieci di mattina, non ci siamo fatti mancare i nostri samosa di verdure. Buonissimi! Questa zona della fiera è estremamente colorata e profumata. Tra spezie esposte come gioielli, infusi per the e tisane di ogni genere e incensi vari, è una passeggiata meravigliosa. A me piace sempre tantissimo questa parte della fiera. Per quanto siano posti che non ho mai visitato, ne sono costantemente attratta.

Italia

Dopo questo giro asiatico abbiamo cambiato padiglione scegliendo Italia ed Europa. In Italia abbiamo visitato un po’ in giro soprattutto Piemonte ed Emilia Romagna. Poi siamo entrati nel Salone della creatività. Bellissimo, abbiamo visto uno stand di giochi di società molto particolari che vi consiglio. Il loro sito è www.redglove.eu, visitatelo se vi piace questo genere di giochi. Molto bello. Gentilissima anche la ragazza che ci ha spiegato molto bene e in modo chiarissimo i vari giochi. Belli belli proprio. Classici modernizzati, istruttivi ma fantasiosi e divertenti. Potevo esimermi dal prendere un gioco per i bambini? Si certo che potevo, ma ovviamente non l’ho fatto 😂😂😂.

Europa

In Europa invece siamo entrati nella parte  francese e qui il profumo era quello delicato dei saponi esposti. Pareti intere piene di saponi in ogni sfumatura di colore. Semplicemente meravigliosi. Anche lì abbiamo girato un po’ e abbiamo preso un’altra cosa che ci piace molto, il panino con la raclette. Ne abbiamo diviso uno in due ma non potevamo evitarlo. Squisito! Dopo questo ci siamo trasferiti on Spagna dove abbiamo preso una piña colada e un mojito. Molto buoni anche se, in effetti, abbastanza alcolici. O forse è sembrato così a me che non sono abituata a bere alcolici.

Scozia

Qui abbiamo sentito la musica scozzese l’abbiamo subito seguita dato che conosciamo bene i Saor Patrol e la loro musica.

fiera

Vederli dal vivo è sempre un’esperienza che ci piace! Creano un’atmosfera fantastica, sono davvero bravi. C’è anche da dire che la Scozia ci piace tanto, quindi, mettendo tutto insieme, è stato molto bello. Un clima un po’ #outlander insomma… 😁

Rientro dalla fiera

Purtroppo ci sono molte cose che non abbiamo visto ma date le dimensioni della fiera è inevitabile che sia così. Quando siamo venuti via cominciava a riempirsi, nonostante si riuscisse a girare ancora bene. E noi cominciavamo a essere stanchi e avevamo anche Ronny che ci aspettava a casa, quindi siamo venuti via ma abbiamo fatto un bel giro vedendo ciò che ci piace. Felici come ogni anno di esserci stati! 😍

Lenticchia: un pelosetto rosso 

Lenticchia

Lenticchia è un gatto. Un gatto rosso di circa cinque o sei mesi. Ha il pelo rosso tigrato ma chiaro e un collare grigioazzurro.

Il primo incontro con Lenticchia

I bambini amano Lenticchia perché è un bel pelosetto che, usando le dovute accortezze, si lascia avvicinare e accarezzare. La prima volta in cui lo abbiamo visto era nell’orto che si trova nel cortile della scuola, sotto le finestre degli uffici di segreteria. Usciti dalla mensa lo abbiamo visto ma sentendo il rumore dei bambini si è allontanato subito, probabilmente un po’ spaventato. Lì abbiamo saputo il suo nome perché a un bambino è sembrato di riconoscerlo.

Il secondo incontro

La seconda volta era ancora nell’orto ma pian piano si è avvicinato fino ad andare a mettersi nei cespugli vicini alla porta della scuola. Poi si è sdraiato ed è restato lì a guardare i bambini. Continuando a chiamarlo si è avvicinato un po’ e sono riuscita ad accarezzarlo.

Lenticchia e la mensa

Dopo questi episodi l’ho rivisto altre volte ed è veramente bellissimo.

Una volta era venuto a sedersi fuori dalla mensa e noi lo guardavamo attraverso la porta a vetri. Ovviamente se ne sono accorti i bambini che subito hanno iniziato a dire “Maestra c’è Lenticchia! C’è Lenticchia!” Non potendo accarezzarlo dato che si trovava fuori, mi sono limitata a scattragli qualche fotografia. E’ troppo bello questo gatto, mi piace molto. E poi è tenerissimo e coccolone!! Dopo essere stato per un po’ seduto al sole, ha fatto un giretto nel cortile della scuola passeggiando tra le foglie cadute e pian piano si è allontanato.

Un gatto coraggioso

Ormai quando usciamo dalla mensa i bambini lo cercano e ogni volta guardano nell’erba per vedere se lo trovano. Una collega mi ha riferito che una volta è stato in cortile mentre i bambini grandi giocavano a pallone, incurante del pericolo se ne stava in mezzo a loro. E’ proprio un gatto!!